10 fatti sorprendenti sul cervello del tuo neonato

C'è così tanto nella testa del tuo bambino in questo momento, è strabiliante!

Potresti pensare che tutto quello che fa il tuo bambino sia mangiare, dormire e aver bisogno di cambiare il pannolino.

Ma è impegnata a fare qualcos'altro di incredibilmente importante - sta facendo crescere il suo cervello ad un ritmo incredibile. Questi primi giorni, settimane e mesi della vita del tuo bambino sono un momento vitale per il suo sviluppo cerebrale. E quello che apprende - a partire da quando è ancora nel tuo grembo - la modellerà per il resto della sua vita.

Il suo cervello lavora più duro del tuo

"Nel corso del tempo, gli esseri umani sono diventati più intelligenti e ciò significa che il cervello è diventato più grande, fino a raggiungere un punto in cui sarebbe difficile per i bambini nascere", spiega la dott.ssa Suzanne Zeedyk, ricercatrice e psicologa dello sviluppo (connectedbaby.net).

'Così i bambini umani nascono in una fase iniziale del loro sviluppo.'

Il risultato è che il cervello del tuo bambino ha ancora molto da crescere. "Il suo cervello cresce più rapidamente tra la nascita e l'età di tre anni di quanto non lo sarà mai più", afferma la dott.ssa Suzanne.

"Raddoppia di dimensioni nel suo primo anno e, all'età di tre anni, avrà già raggiunto circa l'80 per cento delle dimensioni che sarà quando sarà un'adulta. E durante questo periodo è più attivo del cervello di un adulto. "

Durante ogni secondo dei primi mesi del tuo bambino, un migliaio di sinapsi neuronali - i percorsi che si formano dai ricordi dell'esperienza - crescono nel suo cervello.

È nata con un ricordo

"Le mamme spesso non si rendono conto che il loro bambino arriva nel mondo già collegato a lei", dice la dott.ssa Suzanne.

"Il suo cervello si è sviluppato nel tuo grembo e lei può sentire il mondo intorno a te dal terzo trimestre. Ciò significa che lei arriva conoscendo la tua voce e quella di chiunque altro sia nel tuo mondo ogni giorno. "

Quindi, sebbene possa vedere solo una distanza di circa 30 cm alla nascita, lei conoscerà la tua voce e troverà confortante sentirti parlare quando non può vederti.

Non riesce a sintonizzare nulla

Vi siete mai chiesti perché il vostro bambino è così facilmente sovra-stimolato? Nel suo tentativo di far crescere tutte quelle sinapsi, fino a quando ha tre anni, noterà ogni singola cosa intorno a lei.

"Il tuo bambino non sa cosa sintonizzare perché non sa come funziona il mondo," dice la dott.ssa Suzanne. 'In questo momento ha bisogno di notare tutto per formare tutte quelle sinapsi'.

Mentre ti godi una tazza in un bar con lei, lei prenderà gli altri clienti, le macchinette del caffè, le foto sul muro ... la lista continua.

E saresti troppo stimolato se lo facessi tutto il tempo!

È un piccolo genio della lingua

Per gli adulti, imparare una lingua straniera è un duro lavoro. Ma per il tuo bambino, è un gioco da ragazzi.

"Un cervello passa attraverso finestre di sviluppo diverse quando è pronto ad accorgersi di particolari cose", dice il dott. Suzanne, "e il periodo di tempo ottimale per l'apprendimento delle lingue va dai tre mesi alla nascita fino all'età di cinque anni".

In questo momento, il suo cervello si sta sintonizzando nei ritmi e nelle sfumature di tutto ciò che dici, e notando suoni diversi, che pensiamo come parole, usati in modi diversi.

È ossessionata da te che la imiti

Il tuo bambino è nato anticipando una connessione con le persone intorno a lei, e userà l'imitazione per trovarla.

"È nata con un cervello che è già interessato ai volti degli altri: presterà attenzione a loro, li leggerà e li interpreterà", afferma la dott.ssa Suzanne.

'E lei cercherà dei modelli dalla nascita - per esempio, se sporge la lingua, noterà se rispondi imitando lei. Sperimenterà: se allarga gli occhi, qualcuno lo copierà? Cerca sempre una risposta da te, quindi se la copi, scoprirai presto che inizia "a turno" con te. "

All'inizio non ti aiuterà

Hai fatto cadere qualcosa sul pavimento? Beh, non aspettarti che il tuo piccolo lo raccolga per te - l'idea non le attraverserà nemmeno il cervello! Non è fino all'età di 14 mesi che inizia la sua capacità di leggere il significato delle tue azioni.

Ma una volta fatto, sarà sempre più in grado di leggere qual è la tua intenzione o il tuo obiettivo, e iniziare ad aiutarti, ad esempio sollevando il culo mentre le togli il pannolino.

Il suo cervello è lento a controllare il suo corpo

La prima volta che il tuo bambino si avvicina è un momento magico ... ma potrebbe non rotolare ancora per settimane!

Un'area nella parte posteriore del cervello, il cervelletto, è responsabile del movimento e della coordinazione muscolare.

Fino a quando non è sufficientemente sviluppata, non ha il tipo di controllo che ha un bambino più grande.

"Il tuo bambino ha bisogno di imparare come usare il suo corpo", spiega il dott. Suzanne.

"Non impara coscientemente a rotolare, raggiungere, gattonare, camminare o usare le sue corde vocali. Mentre i muscoli del suo corpo si sviluppano, lei comincerà naturalmente a fare questi.

Il suo cervello segue quindi i modelli del suo corpo e le sensazioni, e i percorsi neurali si sviluppano per darle il controllo del suo corpo. "

I suoi crolli sono solo una parte della curva di apprendimento

La prossima volta che il tuo piccolo ha una fusione o uno scoppio d'ira, ricorda che non ha un cervello completo fino all'età di due anni - e il poco che ha bisogno di evitare quel capriccio, in primo luogo, non ha ancora finito di crescere.

"All'età di due anni, la corteccia frontale del suo cervello inizia a svilupparsi", spiega la dott.ssa Suzanne.

"Questa è la parte della sua fronte che la aiuta a gestire emozioni e comportamenti contrastanti. E fino a quando non è sviluppato, semplicemente non ha i necessari percorsi neurali nel suo cervello per gestire un sacco di emozioni allo stesso tempo. "

La crescita del cervello brucia metà delle sue calorie

Con tutta questa attività e una rapida crescita, c'è da meravigliarsi? La sua crescita cerebrale usa metà dell'energia fino a quando ha circa cinque anni, mentre la tua, in confronto, usa solo circa un quarto della tua energia.

Non ha idea che tu la stia solleticando

È un gioco preferito per molti bambini, ma il solletico può essere fonte di confusione per il tuo bambino nei primi giorni.

"Gli scienziati hanno elaborato questo concetto prima dei quattro mesi, quando solleticate il vostro bambino, lei non sa da dove provenga quella sensazione", afferma la dott.ssa Suzanne.

Questo è in parte dovuto alla sua vista limitata. "Non riesce ancora a vedere bene le dita dei piedi," dice Suzanne.

"Quindi quando vai a far loro il solletico, lei semplicemente lo sente e lo associa alla tua voce. Non ha ancora gli schemi del cervello in atto per rendersi conto che la tua voce è attaccata alle mani che toccano le dita dei piedi che stanno dando la sensazione di essere solleticate. Col tempo, metterà insieme tutto questo e crescerà le sinapsi che le permetteranno di imparare come si gioca il solletico. E quella prevedibilità e anticipazione è ciò che alla fine rende divertente. "

Dateci La Vostra Opinione