Il governo si impegna a dimezzare i nati morti e le morti infantili

Contenuto Dell'Articolo

Una nuova ambizione di dimezzare morti, morti neonatali e materni sarà svelata oggi dal ministro della Salute Ben Gummer (venerdì 13 novembre).

Ciò accade mentre il Regno Unito continua ad avere uno dei peggiori tassi di mortalità neonatale nel mondo sviluppato.

Il governo fornirà 4 milioni di sterline a fondi sanitari, comprerà attrezzature digitali all'avanguardia e preparerà corsi di formazione per supportare il personale in tutto il paese.

Questo include un fondo di 2,24 milioni di sterline per sostenere i trust per acquistare attrezzature di monitoraggio o addestramento all'avanguardia per migliorare la sicurezza, come le apparecchiature di cardiotocografia (CTG) per monitorare i battiti cardiaci del bambino, qualcosa che può essere fondamentale nel rilevare i problemi in anticipo e consentire al personale di intervenire rapidamente, o addestramento di manichini su cui il personale può esercitare le procedure di emergenza.

Il numero di lesioni cerebrali che si verificano durante o subito dopo la nascita sarà anche preso di mira come parte di un nuovo impegno da parte del governo, in collaborazione con i migliori consulenti, ostetriche e altri esperti in tutto il paese, per garantire che l'Inghilterra sia uno dei luoghi più sicuri nel mondo per avere un bambino.

Ministro per la qualità dell'assistenza Ben Gummer ha dichiarato:

Sebbene il tasso di nati morti sia diminuito negli ultimi anni, rimane uno dei peggiori nel mondo sviluppato

"Anche se il tasso di nati morti è diminuito negli ultimi anni, è ancora troppo alto e rimane uno dei peggiori nel mondo sviluppato. L'ambizione di oggi sottolinea il nostro fermo sostegno affinché il Servizio sanitario nazionale fornisca le migliori e più sicure cure in tutto il paese attraverso tecnologie all'avanguardia, formazione specialistica e lavorando a stretto contatto con Royal Colleges per ridurre morti, morti neonatali, decessi materni e lesioni cerebrali.

"Con una maggiore trasparenza e un numero record di ostetriche, sosterremo i servizi maternità locali per assicurarci che ogni bambino e madre ricevano un'assistenza costantemente di alta qualità, 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. Attraverso questa entusiasmante campagna, ridurremo il numero di famiglie che soffrono di dolore al parto morto, lesioni cerebrali o morte di una madre ".

L'ambizione è di ridurre il numero di morti in utero, morti neonatali, decessi materni e lesioni cerebrali che si verificano durante o subito dopo la nascita al 20% entro il 2020 e al 50% entro il 2030.

Dateci La Vostra Opinione